ULTRASONOGRAFIA OSSEA QUANTITATIVA (MOC-QUS)

L’Ultrasonografia Ossea Quantitativa (QUS) è una metodica relativamente semplice, non invasiva e facilmente effettuabile. Non utilizza radiazioni ionizzanti come la classica MOC (Mineralometria Ossea Computerizzata). Risulta quindi una metodica priva di effetti collaterali.

Perché effettuare l’esame

Questo esame viene effettuato per quantificare in modo attendibile la densità minerale ossea e le informazioni sulla struttura e resistenza meccanica del tessuto osseo.

Risulta quindi molto importante per la determinazione degli stati di osteopenia ed osteoporosi.

Inoltre è possibile ottenere altre utili informazioni come:

  • la distribuzione della matrice mineralizzata all’interno dell’osso (connettività o lo spessore delle trabecole);
  • la diversa resistenza al carico del tessuto osseo in funzione dell’orientamento trabecolare.

Il ruolo dell’Ultrasonografia Ossea Quantitativa (QUS), considerate le sue potenzialità, non è riferito solo allo studio dell’osteoporosi bensì ad un impiego orientato verso la valutazione del tessuto osseo in qualunque età della vita ed in qualsiasi ambito delle varie malattie metaboliche dell’osso.

L’esame

L’esame viene effettuato sul calcagno, l’osso più voluminoso del tarso. Tale osso costituisce il tallone.

Il calcagno è costituito quasi interamente da osso trabecolare ed ha il vantaggio di avere delle superfici esterne piatte, omogenee e parallele, consone quindi alla geometria di propagazione del fascio ultrasonoro.

CONTATTACI

Inviaci un messaggio, risponderemo il prima possibile.

CLICCA QUI